Valutazione impatto acustico, che significa?

Ogni attività che utilizzi apparecchiature tecnologiche (condizionatori, amplificatori musicali, macchinari di produzione, ecc) produce rumore. La Valutazione di Impatto Acustico verifica il rispetto dei limiti di legge rispetto al rumore prodotto.

A cosa serve?

La valutazione di impatto acustico ambientale (V.I.A.A.) è un documento OBBLIGATORIO e NECESSARIO per il rilascio da parte dei comuni dell’autorizzazione per l’apertura di molte delle nuove attività commerciali.
Ciò al fine di verificare l’emissione e l’immissione di eventuali rumori in osservanza delle direttive della legge quadro n. 447 del ’95.

Queste le attività che necessitano, in ogni caso, di VIAA:

  • ristoranti, pizzerie, trattorie, bar
  • attività ricreative e sportive
  • attività agrituristiche
  • attività culturali e di spettacolo
  • ale da gioco
  • palestre
  • stabilimenti balneari
  • attività che utilizzano impianti di diffusione sonora o che svolgono eventi con diffusione di musica o l’utilizzo di strumenti musicali

Risulta inoltre necessaria per tutte le nuove opere rumorose (strade, aeroporti, grandi impianti, ferrovie, ecc) ed attività produttive

Chi la fa, e come?

La Valutazione di Impatto Acustico Ambientale viene svolta da un tecnico competente in acustica ambientale

Viene innanzitutto raccolta la documentazione relativa alla attività, sulla base della quale il Tecnico Competente potrà valutare dove effettuare le misure acustiche.

Successivamente, verrà effettuato un sopralluogo con idonea strumentazione di misura certificata (normalmente un fonometro integratore in classe 1 ed un calibratore).

Al termine della rilevazione il tecnico elaborerà una relazione ove inserirà tutti i dati emersi in sede di analisi, attestando che l’attività in oggetto rispetta tutti i valori acustici prestabiliti.
Una copia di questa relazione verrà consegnata al committente, quale documento amministrativo necessario all’attività.

L’obiettivo del documento è quello di valutare la rumorosità prodotta dall’attività durante il periodo di esercizio (attraverso monitoraggi acustici in campo e valutazioni previsionali) riducendo al minino e comunque al di sotto dei limiti di legge, il rumore immesso negli ambienti circostanti quali uffici e/o abitazioni.

La valutazione di impatto acustico costituirà parte integrante della licenza di pubblico esercizio