Zonizzazione acustica, cosa significa?

La Zonizzazione acustica è una suddivisione del territorio in base ai livelli massimi di rumore che possono essere immessi nel territorio stesso. La zonizzazione è effettuata in base alle destinazioni d’uso prevalenti, chiamate classi: dalla 6, aree industriali, alla 1, aree protette. I limiti sono differenti a seconda dell’orario:

–  Fascia Diurna dalle 6 alle 22

–  Fascia Notturna dalle 22 alle 6

Zonizzazione Acustica, a cosa serve?

Scopo della Zonizzazione Acustica è tutelare dall’inquinamento acustico alcune aree quali parchi, ospedali, scuole, aree residenziali, impedendo l’insediamento di attività rumorose. Allo stesso tempo, nelle aree classificate come produttive, industriali o ad intensa attività umana, sono permessi livelli di emissione acustica più elevati.  Le attività  di nuovo insediamento dovranno pertanto verificare il rispetto dei limiti relativamente alla zona ove avrà sede l’attività.

Come verificare il rispetto dei limiti?

Se l’attività è esistente, occorre effettuare misure acustiche con strumentazione professionale:

  • nei pressi degli impianti tecnologici facenti parte dell’attività produttiva (condizionatori, macchine di produzione, gruppi elettrogeni, ecc)
  • in prossimità dei potenziali ricettori del rumore prodotto

Se l’attività non è ancora avviata, dovrà essere effettuata una stima dei livelli di immissione acustica.  Sarà in questo caso necessario:

  • Reperire le caratteristiche di emissione acustica  dei macchinari che si prevede di installare
  • Effettuare una misura del rumore ambientale.

Tramite elaborazione software potranno successivamente essere stimati i livelli di immissione sonora effettivi

E se l’attività supera o si ritiene possa superare i limiti?

  • Valutare la possibilità di posizionare diversamente le fonti di rumore, allontanandole dal ricettore
  • Ridurre l’emissione sonora mediante silenziatori sulle macchine o nel locale ove sono installate
  • Installare barriere antirumore

Un Po’ di normativa!

Il Piano di Zonizzazione Acustica del Territorio deve essere redatto da ogni comune italiano. L’articolo 6 comma 1 lettera a) della Legge Quadro sull’inquinamento acustico (Legge n.447 del 26 ottobre 1995) stabilisce questo obbligo.

E a Roma?

Il comune di Roma ha deliberato il Piano di Zonizzazione Acustica, cui bisogna fare riferimento in caso si voglia avviare una nuova attività produttiva.

Qui un link alla pagina istituzionale